Contattateci

Se hai segnalazioni o curiosità inerenti Roma, scrivici all'indirizzo: info@urbanfile.org

martedì 3 febbraio 2015

I villini di Centocelle

Tra via delle Ciliegie e via dell'Incoronata sta sorgendo questo complesso di villette, o villini, come recita il cartellone all'ingresso del cantiere.


Ci troviamo alle porte del Quarticciolo e questa zona si caratterizza per il visibile dislivello presente tra viale Alessandrino e viale Palmiro Togliatti, dislivello che, purtroppo, questi villini accentuano in maniera abbastanza evidente.




Infatti è anche possibile notare il muro di contenimento che separa il cantiere dal complesso di edifici retrostanti, più una struttura in cemento armato a pilastri collegata al parcheggio del vicino centro commerciale. Questo manufatto era già presente in precedenza, come si nota dalle vecchie immagini di Google Street View; resta da capire se verrà abbattuto o verrà delegato a qualche funzione in particolare una volta terminato il cantiere.





Un giudizio complessivo verrà sicuramente formulato al termine del cantiere e di tutte le opere ad esso collegate; certo è che dentro la città consolidata sarebbe auspicabile non dover vedere villette in costruzione, bensì progetti che possano densificare e rendere più vivibili i quartieri grazie a iniziative di qualità, anche se in questo caso particolare l'altezza potrebbe essere stata vincolata dalla Pia Casa S. Antonio che si erge proprio dietro al cantiere in questione. 







6 commenti:

Anonimo ha detto...

la città elevata al cubo...che razza di stile che ha la Roma dei giorni nostri, sembrano più spazi abibiti a loculi che abitazioni; per non parlare degli orrendi grattacieli in zona EUR

Anonimo ha detto...

che c'entrano i grattacieli dell'eur con queste villette a schiera?

Anonimo ha detto...

Ma magari Roma fosse una città elevata al cubo... purtroppo invece è una città sottratta: ci sono più vuoti che pieni... Roma è la negazione del concetto stesso di città

ville-nouvelle.net ha detto...

Trovo interssante il fatto che ci siano villette in una zona periferica ma ben servita dai trasporti pubblici (Tram 14 e bus 451 a poca distanza, tram 5 e 19 e Metro C poco più lontano): così facendo si diversifica l'offerta immobiliare in città e si attirano nuovi tipi di persone che latrimenti sarebbero partite in campagna.

Per vedere la bontà dell'intervento bisognerà però vedere a che prezzo questi villini sono messi in vendita.

Anonimo ha detto...

Villenuovelle guarda che le persone vanno a vivere in campagna perchè fuori città le case costano meno, non per le villette.
Non è mica un problema di offerta immobiliare.... anzi, in ambiente urbano il villino è molto più costoso dell'appartamento ed è il motivo per cui le case a Roma le costano così tanto.

P.P.P. ha detto...

effettivamente se le avessero messe una sopra l'altra ci sarebbe uscita una palazzina di tre piani e con il resto avrebbero potuto farci un parco pubblico, invece così solo giardini privati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...